Letture (dis)impegnate

Cari lettori, è un po’ che non scrivo un vero e proprio articolo📇, ma ho deciso di regalarmi queste ultime due settimane e dedicarmi all’ozio più totale prima del agognato 15 settembre🔜

E questo non vuol dire però che abbandoni la lettura, anzi ho finito un libro anche ieri, però ritaglio uno spazio anche per le mie amate riviste. Per recuperare gli arretrati che avevo con loro📖

  
Non posso che augurarvi un rilassante pomeriggio🍪

Annunci

L’amore è una cosa semplice?

Nel ultimo periodo le mie letture si sono concentrate su temi sentimentali da inguaribile romantica, dove il lieto fine è d’obbligo e c’è ampio spazio per i sogni. Tutto però non è sempre rose e fiori. I libri in questione sono: “Dov’è finita Audrey?” di Sophie Kinsella e “Un disastro è per sempre” di Jamie McGuire

Recensione di “Dov’è finita Audrey?” di Sophie Kinsella

“Guarda niente  occhiali! Solo Occhi!”
“Lo so”Mi guarda e sorride.”Li amo.”
“Ami i miei occhi?”chiedo gongolando un po’.
“Te”
Sento un nodo in gola. Lui mi fissa e non ho dubbi su quello che intende dire.
“Anch’io” riesco  a rispondergli. “Te.”
– Audrey & Linus

Tutti siamo stati una volta nella vita sia vittime che carnefici. Per me  sono ancora ferite che bruciano, ma so sono convinta che fra una decina di anni dirò  “Magari fossero ancora quelli i miei problemi”. Sento già la mia voce che mi risuona nelle orecchie.

E almeno una volta nella vita siamo stati carnefici, sicuramente non ai livelli dell’odiosa Tasha, ma a tutti capita di escludere qualcuno per invidia o antipatia e quindi parlargli alle spalle. Di certo non posso elevarmi a giudice poiché sono la prima tra tutti a commettere questo errore e a chiudermi dentro le miei convinzioni.

Ma ora parliamo del libro: Audrey è una ragazzina di quattordici anni, alta, bionda e con due magnifici occhioni azzurri. Il nostro ideale di bellezza, ma in più lei è anche intelligente, la prima della classe.
La sua vita potrebbe essere perfetta. E’ amata dalla sua turbolente famiglia: i suoi genitori Chris e Anne, suo fratello fratello Frank, una specie di irrequieto nerd , e il piccolino di casa Felix.
Tutta la sua vita però a un certo punto si oscura, come i suoi occhi che porteranno per mesi spesse lenti scure a nasconderli. La scuola diventa un inferno e le amiche che dovrebbero sostenerla le peggiori nemiche.
Tutto questo porta ad un crollo, prima la clinica e poi la depressione. Inizia ad avere paura i tutto ciò che è al di fuori della sua casa e della sua famiglia, non riesce ad avere contatti con il mondo esterno o parlare con un estraneo perché il cervello lucertola è sempre all’erta.
Poi però arriva Linus e con lui l’amore.
L’affetto della famiglia, l’amore di Linus, la regia di un film amatoriale e il tempo che tutto lenisce porterà Audrey a rinascere, e diventare ancora più forte di prima, riportando il suo grafico della vita una linea con alti e bassi che però continua a salire?
Perché tutto non è sempre rose e fiori ma bisogna avere la forza di reagire. Sempre.
tumblr_static_tumblr_static_filename_640
Tutta questa storia è raccontata con uno stile ironico che non fa assolutamente pesare i veri temi e le vere condizioni della nostra protagonista. Strappandoci spesso anche un sorriso ma lasciandoci alla fine una vera emozione.
 
Se la copertina adorabilmente rosa non è riuscita a convincervi, spero di esserci riuscita io! Se anche io ho fallito e spero proprio di no, andate a leggervi la recensione di Ragazza in Rosso che ha dato una piccola spinta anche a me, nonostante il mio sia stato amore a prima vista! Il rosa non si smentisce mai 🙂

Recensione di  “Un disastro è per sempre” di Jamie McGuire

 “Voglio che tu sappia che,
qualsiasi cosa sia l’amore,
é questo il sentimento che provo per te.
All’inizio eravamo grandi amici,
abbiamo cercato di non innamorarci
e invece é successo lo stesso.
Se non sei con me, la vita non ha senso.
Faccio parte di te. Sono con te.”
-Jamie McGuire

Ho aspettato mesi di lista di attesa in biblioteca prima di averlo nelle mie mani e l’ho finito in una sola sera.
Si può dire che sia stato un attimo di felicità, ed anche la giusta conclusione a una favolosa trilogia che è riuscita a tenerci  il fiato sospeso per ben due libri nonostante ci venisse raccontata sempre la stessa storia.
Il finale perfetto dove Jamie McGuire ci dimostra che l’amore non ha limiti e la sua forza è inarrestabile.
Porta a fare pazzie come il loro matrimonio a Las Vegas dettato dal tentativo di Abby di salvare Trevis proprio ora che lo aveva ritrovato. Ma soprattutto, l’amore ha cambiato il nostro protagonista, Travis: trasformato da bad boy a bravo ragazzo grazie alla sua sola presenza.
Un legame fortissimo lega i due amanti che li porterà a restare insieme tutta la vita e a costruire una famiglia come ci ha già anticipato il secondo libro. Ma è stato divertente essere invitati anche alle loro nozze!
Ora non mi aspetta che avventurarmi nei nuovi amori e nelle nuove passioni degli altri fratelli Maddox!

Pretty Little Liars: SconvoltA:

“Due persone possono tenere un segreto solo se una di loro è morta”

-Pretty Little Liars


Sono ancora sotto shock, dopo circa una settimana, dalla scoperta di chi è A.

Pretty Little Liars, serie di punta di ABC channel e resa famosa dal celebre stalker che perseguita quattro amiche nella piccola cittadina di Rosewood. Non può essere considerata altro che una droga, che mi ha tenuto incollata allo schermo della TV, prima, e del computer, dopo, per non perdermi mai una puntata.

#FACETOFACE

C’è chi ha amato questo ultimo finale di metà stagione , chi l’ha odiato; ma ciò che conta alla fine è che dopo aver risolto il grande mistero che ha perseguitato noi fan e scatenato spesso  le nostre fantasie per sei lunghe stagioni, ci ha lasciato con un altro mistero, un salto temporale e cinque bugiarde un po’ più adulte.

Non avrei mai pensato che Cece Drake, anzi meglio dire Charlotte DiLaurentis, potesse essere A, ero assolutamente convinta che potesse essere Red Coat oppure la Vedova Nera. Ancora una volta Marlen King ci ha lasciato senza parole sfoderando sempre un numero più alto di colpi di scena, il maggiore; che Charles non esiste più perché è diventato Charlotte. Non posso che complimentarmi per questa pazza idea, ma devo dire che poteva avere un po’ di immaginazione in più riguardo Red Coat e la Vedova Nera, entrambe “interpretate” da Sara Harvey senza un vero e proprio motivo.

  

Se posso dire la mia avrei voluto vedere un episodio più lungo e chiaro dove i vari flashback e passaggi fossero spiegati in modo migliore. Ora non ci resta che guardare al futuro, precisamente gennaio, e aspettare i prossimi colpi di scena e misteri da cardiopalma.

Nel frattempo ci congratuliamo per i numerosi premi ricevuti ai Teen Choice Award. La serie tv ha infatti conquistato:

  • il titolo di miglior drama,
  • Ian Harding ha vinto come miglior attore di serie tv drama,
  • Tyler Blackburn è stato dichiarato migliore star estiva,
  • Ashley Benson è stata incoronata  miglior attrice di serie tv estiva,
  • Lucy Hale invece è stata premiata come miglior attrice drama,
  • Il premio  più atteso è stato  quello di miglior villain di serie tv  dove Vanessa Ray ha ritirato il titolo in nome di –A

Ogni tanto anche queste bugiarde ricevono qualche riconoscimento!

Ferragosto

“A chi è lontano
a chi non sa dove andare
a chi sorride al cielo
o si tuffa nel mare.
Auguro un ferragosto da ricordare!”


Per essere sempre contro corrente Ferragosto quest’anno l’ho passato in città, a Vicenza.

Tra buon cibo, amici e risate in compagnia il mare è un po’ mancato, ma poco importa l’importante è l’allegria! Buon Ferragosto cari lettori:)

IMG_2398

Metamorfosi 

“Puoi ottenere tutto ciò che vuoi se sei vestita per averlo.”

-Edit Head



Quando ti ritrovi stesa sul divano, demoralizzata per la mancanza di qualcosa di interessante in tutta la TV e l’unica cosa che ti rimane è un blocco in mano. Inizi a tracciare linee a caso che assomigliano a un tendone da circo ed ad un tratto ti rendi conto che puoi trasformarle in uno “splendido” abito.

Le piccole cose che ti fanno sorridere🌸

#TAGghiamoci: Vita da lettore

I libri erano i Mollati supremi: li abbandoni e loro ti aspettano in eterno; se ti affezioni, loro ti ricambiano per sempre.

-John Green


Grazie al blog Iris & Periplo per la nomina ed a Everpop per aver creato questo nuovo Tag.

Regole:

  • Citare il blog che ti ha nominato e quello dal quale è partito il tag
  • Tagga ogni volta 5 blogger
  • Usa il banner qui sopra
  • Divertiti!

Questo booktag metterà alla prova voi, i vostri libri, e la vostra memoria.Quindi spremete le meningi, correte a prendere gli album di fotografie (se proprio ne sentite il bisogno) ed iniziate.

MOMENTO #1 : IL MIO PRIMO LIBRO

“La giornata di Maestro Lupo” di Nicoletta Costa

Sono sicura che lui sia il mio maestro di vita, quello che sono oggi lo devo proprio a lui, sicuramente mia mamma li odiava, ma questo non le ha impedito di comprarmene tantissimi! Cari scienziati e filosofi nulla potete in confronto a Maestro Lupo!

MOMENTO #2: LE SCUOLE ELEMENTARI

“Piccole Donne” di  Louisa May Alcott

Devo ammettere che la mia passione per la lettura è nata alle medie, ma devo dire grazie alle mie maestre che mi hanno fatto leggere Piccole Donne, dove si capisce quant’è importante il legame tra donne, tutte diverse e tutte uguali, tra madri, sorelle e amiche. Come si potrebbe vivere senza complicità femminile?!

MOMENTO #3: LE SCUOLE MEDIE

“Bianca come il latte, rossa come il sangue” di Alessandro D’Avenia

Il primo libro che mi ha lasciato con il fiato sospeso, ma anche con l’amaro in bocca. Quei libri che ti scuotono fino a farti aprire gli occhi, ma con il tatto e la delicatezza unica di Alessandro D’Avenia. La vita non è tutta rosa e fiori,ma bisogna avere la forza di rialzarsi. Sempre.

MOMENTO #4: IL LICEO

“Chanel. Una vita da favola.” di Alfonso Signorini

Non posso decidere qual’è il libro che ha rappresentato il mio percorso al liceo perché questo non è ancora finito. Ma quest’anno è stato sicuramente segnato da un biografia di una  Donna con la D maiuscola: un’icona della moda, una rivoluzionaria, una creativa, ma anche una persona fragile, con un’infanzia dolorosa  e amori sfortunati. Non è oro tutto quel che luccica.

MOMENTO #5: UNIVERSITA’

Spero di poterlo scoprire insieme a voi…

MOMENTO #6: IL COMPLEANNO PIU’ BELLO

“L’ultima riga delle favole” di Massimo Grimellini

L’ultima riga delle favole, è una vera e propria favola profonda e spirituale che ti culla in un mondo parallelo per poter conoscere se stessi e rinascere. Quale periodo migliore del proprio compleanno?

MOMENTO #7: NATALE

“Hunger Games” di Suzanne Collins

Probabilmente non è una scelta aulica. Ma è stato un regalo preso così con leggerezza da parte di mia cugina. Posso solo ringraziarla, mi ha fatto scoprire quanto sono belle le trilogie, innamorarsi e soffrire insieme ai nostri eroi, anzi eroine. Hunger Games ormai è un libro che non può non essere letto, il primo che mi ha fatto piangere.

MOMENTO #8: ESTATE

“L’Allieva” di Alessia Gazzola

Estate significa spensieratezza. Ma anche un po’ di mistero e suspence non sono disprezzati: Alice è quindi una compagna perfetta. Bella, simpatica e un po’ sbadata ne combina una dietro l’altra, mettendo un po’ di pepe nella sua vita già abbastanza movimentata,ricca di indagini, autopsie e due affascinanti pretendenti CC e Arthur, che vi faranno sognare.

MOMENTO #9: IN VIAGGIO

“Il grande Gatsby” di  Francis Scott Fitzgerald

Il viaggio è il momento perfetto per affrontare un classico. Il viaggio è novità, che deve essere compensata da sicurezza. Con il Grande Gatsby non si può che andare sul sicuro: un’epoca fantastica, eccessi, bugie e grandi amori.

MOMENTO #10: L’ANNO ATTUALE

“L’amore che ti meriti” di Daria Bignardi


Non voglio annoiarvi, è tutto già scritto qui.

Nomino: